Scopri lo stato di salute
della tua colonna vertebrale

Il tratto cervicale e quello lombare sono le zone maggiormente interessate da dolori e rigidità: valuta con questi semplici test le loro condizioni.

Valutazione del tratto cervicale

1° test per valutare la flesso-estensione rispetto al piano sagittale
Da seduti, con il tronco diritto ma non rigido, ponete le mani in grembo rilassando le spalle. Eseguite dei movimenti lenti e ampi, portando il capo all’indietro e, all’opposto, il mento verso il petto.

  • Riuscite ad appoggiare la nuca sulle spalle?
  • Sfiorate il petto con il mento?
  • Avvertite dolore o resistenza muscolare al movimento?
  • Percepite degli attriti, dei “rumori” durante l’esercizio

test per valutare la rotazione rispetto al piano frontale
nella stessa posizione del test precedente portate la testa a destra e a sinistra, lentamente e senza ruotare il tronco.

  • Quello che potete vedere con la coda dell’occhio è uguale per i due lati?
  • Avvertite dolore o resistenza al movimento?
  • Percepite degli attriti, dei “rumori” durante l’esercizio?

test relativo alla capacità di circonduzione rispetto al piano trasversale
Adottate la stessa posizione di partenza ed eseguite lentamente dei movimenti circolari della testa nei due sensi.

  • La capacità di movimento è simile tra i due?
  • Avete sensazione di giramento o una leggera nausea?
  • Avvertite dolore o resistenza al movimento?
  • Percepite degli attriti, dei “rumori*” durante l’esercizio?

*per rumore si intende la percezione di sabbia tra le vertebre

Risultati

  • Se avete dolore durante l’esecuzione di uno o più movimenti è possibile uno stato infiammatorio: contattate un medico per valutare la cosa.
  • Se percepite rumori o attriti articolari potreste essere interessati da un quadro artrosico; anche in questo caso rivolgersi al medico è la cosa migliore.
  • Se presentate delle limitazioni alla normale capacità articolare e/o resistenze muscolari  la vostra cervicale è interessata da un quadro  miotensivo: è la rigidità muscolare ad influenzare negativamente la flessibilità vertebrale. In questo caso il masso fisioterapista può intervenire subito, rilassando manualmente la muscolatura e consigliando i movimenti giusti per recuperare la fisiologica flessibilità.

 

Valutazione del tratto lombare

test relativo alla capacità di flesso-estensione delle vertebre lombari.
In piedi, con i piedi ben allargati, mani ai fianchi. Flettete il tronco in avanti e all’indietro.

  • Avvertite dolore o resistenza muscolare al movimento?

test per valutare la mobilità rispetto al piano frontale
Nella stessa posizione di prima, portate il bacino a destra e a sinistra senza muovere le spalle.

  • Avvertite dolore o resistenza al movimento?

3° test per valutare la capacità di circonduzione.
 Assumendo la medesima posizione, descrivete degli ampi cerchi con il bacino.

  • Avvertite dolore o resistenza al movimento?

Risultati
Presentando una risposta dolorosa o limitata al movimento siamo in presenza di una problematica articolare e/o muscolare. Se il gap si localizza nella zona sovrastante il bacino, come una fascia rigida e dolorosa siamo in presenza di una lombalgia; se il dolore scende lungo il gluteo e la coscia probabilmente si tratta di una lombo sciatalgia: è bene in ogni caso il parere medico, per valutare un trattamento farmacologico oltre che fisioterapeutico.

 

Studio Terapia & Movimento - Via Vittor Pisani 5 - Milano - email: davide.fogliadini@fastwebnet.it
Copyright 2010 Terapia & Movimento; partita iva: 09376O1O154. Web design: Netjack.it & Mediafile srl